Iniziative

Serata di Osservazione

Notte astronomica con visione al telescopio. Campetto di calcio di Montebaducco.

PROGRAMMA DELLA SERATA

Il punto di ritrovo è presso il campetto di calcio di Montebaducco (1 km prima della borgata sulla strada a sinistra salendo: chiedere in loco per chi non è pratico).
Ora del ritrovo: 21.00.
Le osservazioni saranno effettuate in loco e incentrate principalmente sulla individuazioni dei principali oggetti visibili al momento: le stelle, i pianeti, gli ammassi globulari e le galassie.
Munirsi di indumenti caldi, giacca a vento e calzare scarpe chiuse o scarponcini da montagna.

MINERALIA

27 al 29 agosto 2004: Ore 9.00-22.00 presso la sede di Confartigianato/Federimprese – Castiglione dei Pepoli – Via Toscana, 2

Rassegna organizzata in collaborazione con CYGNUS X Intermediazione Culturale e Scientifica Multiservizi, (BO) e CONFARTIGIANATO-FEDERIMPRESE.

Il percorso espositivo è volutamente impostato quale gioco di curiosità, ludico e nel contempo scientifico, permette di approfondire le conoscenze, di intuire timide risposte alle tante domande dell’affascinante regno della natura, di apprezzarne le svariate morfologie.

L’iniziativa, senza la pretesa di essere esauriente, poiché rimanda a successivi appuntamenti tematici per un approfondimento specifico, vuole proporre una facile guida e una chiara e divertente lettura pur nella multidisciplinarietà degli argomenti proposti e solo apparentemente slegati.

In tale ottica un ciottolo, un fossile, una meteorite, un reperto vulcanico, ben lungi dall’essere solo un grazioso oggetto del mistero da collezione, viene compreso in tutte le sue valenze, quale frammento carico di storia ed informazioni sul nostro pianeta e sull’affascinante e ignoto universo che ci circonda.

Questa la filosofia che accomuna nell’esposizione le amigdale ricavate con la manuale maestria dei nostri antenati da noduli informi di selce, fossili di avvincente bellezza e testimonianza di esseri viventi di epoche remote, bombe vulcaniche dalle incredibili morfologie modellate dalla caduta gravitazionale, lave dalle insolite e arcane configurazioni e dai riddici colori e meteoriti giunte sulla superficie terrestre dagli spazi infiniti, portatrici di ignoti messaggi dalle profondità del tempo e, come pare, inseminatrici di vita.

E poi… i minerali frutti della terra e del tempo, nativi e modellati dalla versatile creatività dell’uomo.

Serata di Osservazione

Notte astronomica con visione al telescopio. Campetto di calcio di Montebaducco.

PROGRAMMA DELLA SERATA

Il punto di ritrovo è presso il campetto di calcio di Montebaducco (1 km prima della borgata sulla strada a sinistra salendo: chiedere in loco per chi non è pratico).
Ora del ritrovo: 21.00.

Le osservazioni saranno effettuate in loco e incentrate principalmente sulla individuazioni dei principali oggetti visibili al momento: le principali stelle, i pianeti, gli ammassi globulari e le galassie.

Munirsi di indumenti caldi, giacca a vento e calzare scarpe chiuse o scarponcini da montagna.

Due passi sotto le stelle

Organizzata dal C.A.I. Sottosezione di Castiglione dei Pepoli / Val Brasimone con la partecipazione del Gruppo M1.
LA NOTTE DELLE STELLE CADENTI. Due passi nel buio e nel verde. Cima Monte Gatta.

Note ai più come “stelle cadenti”, le meteore non hanno niente a che spartire con le stelle propriamente dette, ma sono oggetti molto più gravi e vicini a noi che ci offrono uno degli spettacoli più affascinanti del cielo.
Contrariamente a quanto sembra indicare il nome popolare, esse non sono stelle, ma si tratta di particelle di pulviscolo cosmico che, giunte in prossimità dell’atmosfera terrestre, si surriscaldano per attrito con l’atmosfera lasciando così la scia luminosa che le contraddistingue.
In alcuni casi le meteore possono raggiungere luminosità notevoli, arrivando a superare di gran lunga quella delle stelle e dei pianeti più luminosi: in questo caso si parla di “bolidi”.

Le meteore possono essere osservate in tutti i periodi dell’anno anche se, a causa della imprevedibilità dell’evento, non è possibile immaginare in anticipo quando e dove una meteora apparirà.
Vi sono però periodi dell’anno in cui il nostro pianeta attraversa, nella orbita attorno al Sole, aree dove i detriti sono più densi.
Nel periodo compreso fra fine luglio e metà agosto assistiamo, ogni anno, al fenomeno conosciuto come “Le lacrime di San Lorenzo”, si tratta dello “sciame meteorico” delle “Perseidi”: il nome deriva dal fatto che il “radiante”, cioè il punto da cui sembrano provenire tutte le scie, si trova nella costellazione di Perseo (vedi immagine).

Nell’elenco sono riportati i principali sciami meteorici con i periodi di visibilità e le date del massimo di attività.

Nome Periodo di visibilità Data del massimo di attività
Quadrantidi 1-6 gennaio 3-4 gennaio
Perseidi 25 luglio – 18 agosto 12 agosto
Orionidi 16-26 ottobre 21 ottobre
Leonidi 15-19 novembre 17-18 novembre
Geminidi 7-15 dicembre 13-14 dicembre

(Bibliografia: Grande Enciclopedia De Agostini “L’Universo” – Vol. 5 – Pagg. 81-85)

Quest’anno la spettacolarità del fenomeno sarà particolarmente accresciuta per il fatto che la notte non sarà rischiarata dalla Luna.

PROGRAMMA DELLA SERATA

Il punto di ritrovo è a Montebaducco in località “La Fonte” (l’ultima casa della borgata sul sentiero che sale al Monte Gatta: chiedere in loco per chi non è pratico).
Ora del ritrovo: 21.00.
L’osservazione sarà effettuata sulla cima del Monte Gatta sul luogo dove è già stato edificato il basamento dell’osservatorio.

Munirsi di indumenti caldi, giacca a vento e calzare scarpe chiuse o scarponcini da montagna.

Resoconto delle Serate di Astronomia

Alla ricerca di vita extraterrestre

La manifestazione, articolata nelle due serate del 9 e 16 luglio, ha avuto uno strepitoso successo.
I due relatori, Ing. Stelio Montebugnoli e Prof. Giordano Cevolani, hanno catalizzato l’attezione del numeroso pubblico sulle interessantissime tematiche del “Progetto Seti” e delle missioni su Marte.
Si vedano anche le rispettive schede presenti su questa pagina.
In particolare ricordiamo che entrambi sono stati insigniti dalla NASA di una grande onorificenza: l’intitolazione di due asteroidi.
Ing. Stelio Montebugnoli: Asteroide 14573 Montebugnoli (1998 QD55).
Prof. Giordano Cevolani: Asteroide 6069 Cevolani (1997 PW17).

Nel corso delle serate sono stati conferiti riconoscimenti ai relatori, alle personalità intervenute e, in particolare, ai Soci Fondatori del Gruppo M1.

CACCIA AL PIANETA ROSSO: le missioni spaziali su Marte

2a Serata di Astronomia sul tema: Alla ricerca di vita extraterrestre

Il pianeta rosso, centro dell’attenzione delle Agenzie Spaziali di tutto il mondo per le sue affinità con la Terra, luogo privilegiato per ricerche multidisciplinari, è oggi il punto focale per gli studi di esobiologia, la ricerca di vita al di fuori nostro pianeta. Breve excursus delle missioni spaziali su Marte, dal 1964 alle attuali e future.
Di particolare rilevanza è lo studio delle meteoriti marziane: ALH84001, rinvenuta nel 1984 nei ghiacci antartici, ha aperto una nuova era nella storia delle missioni spaziali proponendo innovative implicazioni e prospettive su nascita ed evoluzione di forme di vita nel nostro sistema solare e altri sistemi extra-solari.

PROGRAMMA DELLA SERATA
ORE 21.00 – Conferenza – Relatore: Prof. Giordano Cevolani, Responsabile dell’Area della Ricerca del CNR di Bologna e del gruppo di ricerca “Meteore” dell’Istituto ISAC-CNR.

Manifestazione organizzata in collaborazione con CYGNUS X – Intermediazione culturale e scientifica – (BO) e col Patrocinio del Comune di Castiglione dei Pepoli.

IL SETITALIA

1a Serata di Astronomia sul tema: Alla ricerca di vita extraterrestre

Il pubblico non sa che in Italia, ed esattamente poco lontano da Bologna, in un Centro di osservazione e ricerca…
Dal progetto governativo statunitense SETI (Search of Extra Terrestrial Intelligence) alla nazionalizzazione del medesimo grazie alla straordinaria inventiva di uno scienziato italiano, bolognese. Sarà illustrato il funzionamento del SERENDIP (Search of Extra terrestrial Radio Emission from Nearby Developed Intelligent Population) e il Radiotelescopio CROCE DEL NORD di Medicina (BO) che entro breve diverrà il più grande dimostratore a livello mondiale per il progetto SKA (Square Kilometer Array). Due parole sul costituendo Visitor Center.

PROGRAMMA DELLA SERATA
ORE 20.30 – “Canti sotto le stelle”, recita di brani scelti dall’Inferno Dantesco – regia e declamazione: S. M. in arte Celio.
ORE 21.00 – Conferenza – Relatore: Ing. Stelio Montebugnoli, Responsabile Stazione Radioastronomia di Medicina – INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica.

Manifestazione organizzata in collaborazione con CYGNUS X – Intermediazione culturale e scientifica – (BO) e col Patrocinio del Comune di Castiglione dei Pepoli.

SERATA SU MARTE

ORE 21.00 presso l’Aula Magna del Polo Scolastico “Caduti della Direttissima” di Castiglione dei Pepoli (BO).

Marte è il quarto pianeta del nostro Sistema Solare: oggetto di studio da secoli e, recentemente, di numerose missioni di ricerca.
L’evento più recente è stato l’allineamento che ci ha regalato una visione di Marte come si vedrà solo fra 60.000 anni!
Nel corso della serata saranno approfondite varie tematiche su questo nostro compagno di viaggo nel Sistema Solare.

Per approfondimenti vedere anche: Programma di Esplorazione della NASA e Sito italiano dedicato a Marte.

OROLOGI SOLARI

ORE 15.30 presso l’Aula Magna del Polo Scolastico “Caduti della Direttissima” di Castiglione dei Pepoli (BO).

Alla Conferenza ha partecipato un relatore d’eccezione, Giovanni Paltrinieri, gnomonista bolognese tra i più noti a livello nazionale ed internazionale. Nella fotografia: da sinistra Stefano Fabbri (presidente del Gruppo M1 Astrofili Castiglionesi), Ugo Beccheroni e Giovanni Paltrinieri dopo la Conferenza.
La gnomonica (sec. XVI – dal greco gno-mon-onos) è la scienza degli orologi solari molto studiata e approfondita prima che gli orologi meccanici raggiungessero un sufficiente grado di precisione.