Iniziative

Serata di Osservazione

Notte astronomica con visione al telescopio. Campetto di calcio di Montebaducco.

PROGRAMMA DELLA SERATA

Il punto di ritrovo è presso il campetto di calcio di Montebaducco (1 km prima della borgata sulla strada a sinistra salendo: chiedere in loco per chi non è pratico).
Ora del ritrovo: 21.00.
Le osservazioni saranno effettuate in loco e incentrate principalmente sulla individuazioni dei principali oggetti visibili al momento: le stelle, i pianeti, gli ammassi globulari e le galassie.
Munirsi di indumenti caldi, giacca a vento e calzare scarpe chiuse o scarponcini da montagna.

Serata di Osservazione

Notte astronomica con visione al telescopio. Strada per Sparvo (Castiglione dei Pepoli).

PROGRAMMA DELLA SERATA

Il punto di ritrovo è sulla strada per Sparvo (piazzola a metà fra le località Cavaniccie e La Prediera).
Ora del ritrovo: 21.00.
Le osservazioni saranno effettuate in loco e incentrate principalmente sulla individuazioni dei principali oggetti visibili al momento: le principali stelle, i pianeti, gli ammassi globulari e le galassie.

Due passi sotto le stelle

Organizzata dal C.A.I. Sottosezione di Castiglione dei Pepoli / Val Brasimone con la partecipazione del Gruppo M1.
LA NOTTE DI SAN LORENZO. Due passi nel buio e nel verde. Crinale di Sparvo.

Escursione notturna sul crinale di Sparvo organizzata dal CAI Sottosezione “Roberto Venturi” di Castiglione dei Pepoli.

PROGRAMMA DELLA SERATA

Ritrovo del primo gruppo alle Cavaniccie ore 19.00. Passeggiata lungo il sentiero di crinale e arrivo alle ore 20.00 agli impianti sportivi di Sparvo. Cena (antipasto, primo, secondo, bevande) € 12,00.

Ritrovo del secondo gruppo alle Cavaniccie ore 20.30. Passeggiata lungo il sentiero di crinale e arrivo alle ore 21.30 agli impianti sportivi di Sparvo. Possibilità di fare uno spuntino.

Rientro sempre per lo stesso sentiero osservando gli sciami meteorici.

L’osservazione quest’anno sarà parzialmente “disturbata” dal quarto di luna e quindi, condizioni meteorologiche permettendo, si potranno comunque osservare gli sciami meteorici.

Iscrizioni

Le iscrizioni sono aperte presso l’Edicola Bardazzi di Castiglione dei Pepoli.

Alcune notizie sugli sciami meteorici di agosto.

Note ai più come “stelle cadenti”, le meteore non hanno niente a che spartire con le stelle propriamente dette, ma sono oggetti molto più gravi e vicini a noi che ci offrono uno degli spettacoli più affascinanti del cielo.
Contrariamente a quanto sembra indicare il nome popolare, esse non sono stelle, ma si tratta di particelle di pulviscolo cosmico che, giunte in prossimità dell’atmosfera terrestre, si surriscaldano per attrito con l’atmosfera lasciando così la scia luminosa che le contraddistingue.
In alcuni casi le meteore possono raggiungere luminosità notevoli, arrivando a superare di gran lunga quella delle stelle e dei pianeti più luminosi: in questo caso si parla di “bolidi”.

Le meteore possono essere osservate in tutti i periodi dell’anno anche se, a causa della imprevedibilità dell’evento, non è possibile immaginare in anticipo quando e dove una meteora apparirà.
Vi sono però periodi dell’anno in cui il nostro pianeta attraversa, nella orbita attorno al Sole, aree dove i detriti sono più densi.
Nel periodo compreso fra fine luglio e metà agosto assistiamo, ogni anno, al fenomeno conosciuto come “Le lacrime di San Lorenzo”, si tratta dello “sciame meteorico” delle “Perseidi”: il nome deriva dal fatto che il “radiante”, cioè il punto da cui sembrano provenire tutte le scie, si trova nella costellazione di Perseo (vedi immagine).

Nell’elenco sono riportati i principali sciami meteorici con i periodi di visibilità e le date del massimo di attività.

Nome Periodo di visibilità Data del massimo di attività
Quadrantidi 1-6 gennaio 3-4 gennaio
Perseidi 25 luglio – 18 agosto 12 agosto
Orionidi 16-26 ottobre 21 ottobre
Leonidi 15-19 novembre 17-18 novembre
Geminidi 7-15 dicembre 13-14 dicembre

(Bibliografia: Grande Enciclopedia De Agostini “L’Universo” – Vol. 5 – Pagg. 81-85)

Le 13 costellazioni sul piano dell’eclittica

Presso Sala del Consiglio Comunale di Castiglione dei Pepoli.

Ora del ritrovo: 21.00.

Le costellazioni: disegni creati dall’uomo sulla volta celeste come un immenso orologio.

Entrata libera.

Presentazione programma

Presso Bar Nazionale – Piazza della Libertà – Castiglione dei Pepoli.

PROGRAMMA DELLA SERATA

Presentazione delle attività svolte e in programma.
Ora del ritrovo: 21.00.

Entrata libera.

Osservazione al Telescopio

Piazza della Libertà – Castiglione dei Pepoli.

PROGRAMMA DELLA SERATA

Alle ore 22:00 le luci della piazza saranno spente al fine di permettere l’osservazione al telescopio.

Serata di Osservazione

Notte astronomica con visione al telescopio. Strada per Sparvo (Castiglione dei Pepoli).

PROGRAMMA DELLA SERATA

Il punto di ritrovo è sulla strada per Sparvo (piazzola a metà fra la località Cavaniccie e La Prediera).
Ora del ritrovo: 21.00.
Le osservazioni saranno effettuate in loco e incentrate principalmente sulla individuazioni dei principali oggetti visibili al momento: le principali stelle, i pianeti, gli ammassi globulari e le galassie.

Due passi sotto le stelle

In collaborazione con il C.A.I. Sottosezione di Castiglione dei Pepoli ed il CORO di Castiglione.
LA NOTTE DI SAN LORENZO. Due passi nel buio e nel verde. Lavaccioni/M.Calvi.

Escursione notturna ai Lavaccioni organizzata in collaborazione con il CAI Sottosezione “Val Brasimone” di Castiglione dei Pepoli.

L’osservazione quest’anno non sarà “disturbata” dalla luna e quindi, condizioni meteorologiche permettendo, si potranno osservare ottimamente gli sciami meteorici.

Note ai più come “stelle cadenti”, le meteore non hanno niente a che spartire con le stelle propriamente dette, ma sono oggetti molto più gravi e vicini a noi che ci offrono uno degli spettacoli più affascinanti del cielo.
Contrariamente a quanto sembra indicare il nome popolare, esse non sono stelle, ma si tratta di particelle di pulviscolo cosmico che, giunte in prossimità dell’atmosfera terrestre, si surriscaldano per attrito con l’atmosfera lasciando così la scia luminosa che le contraddistingue.
In alcuni casi le meteore possono raggiungere luminosità notevoli, arrivando a superare di gran lunga quella delle stelle e dei pianeti più luminosi: in questo caso si parla di “bolidi”.

Le meteore possono essere osservate in tutti i periodi dell’anno anche se, a causa della imprevedibilità dell’evento, non è possibile immaginare in anticipo quando e dove una meteora apparirà.
Vi sono però periodi dell’anno in cui il nostro pianeta attraversa, nella orbita attorno al Sole, aree dove i detriti sono più densi.
Nel periodo compreso fra fine luglio e metà agosto assistiamo, ogni anno, al fenomeno conosciuto come “Le lacrime di San Lorenzo”, si tratta dello “sciame meteorico” delle “Perseidi”: il nome deriva dal fatto che il “radiante”, cioè il punto da cui sembrano provenire tutte le scie, si trova nella costellazione di Perseo (vedi immagine).

Nell’elenco sono riportati i principali sciami meteorici con i periodi di visibilità e le date del massimo di attività.

Nome Periodo di visibilità Data del massimo di attività
Quadrantidi 1-6 gennaio 3-4 gennaio
Perseidi 25 luglio – 18 agosto 12 agosto
Orionidi 16-26 ottobre 21 ottobre
Leonidi 15-19 novembre 17-18 novembre
Geminidi 7-15 dicembre 13-14 dicembre

(Bibliografia: Grande Enciclopedia De Agostini “L’Universo” – Vol. 5 – Pagg. 81-85)

PROGRAMMA DELLA SERATA

Per informazioni rivolgersi alla sottosezione C.A.I. “Roberto Venturi” Castiglione dei Pepoli / Val Brasimone” ai numeri 0534/91437 – 0534/92440.

Le 13 Costellazioni sul piano dell’eclittica

Sala “Parco” Camugnano (BO) – ore 21.00.

Le costellazioni: disegni creati dall’uomo sulla volta celeste come un immenso orologio.

L’entrata è libera.

Serata di Osservazione

Notte astronomica con visione al telescopio. Cavaniccie (Castiglione dei Pepoli).

PROGRAMMA DELLA SERATA

Il punto di ritrovo è nei pressi della località Cavaniccie, precisamente 200 metri dopo il Ristorante “Il Cacciatore” sulla strada che porta Sparvo (piazzola a lato strada).
Ora del ritrovo: 21.00.
Le osservazioni saranno effettuate in loco e incentrate principalmente sulla individuazioni dei principali oggetti visibili al momento: le principali stelle, i pianeti, gli ammassi globulari e le galassie.
Munirsi di indumenti caldi, giacca a vento e calzare scarpe chiuse o scarponcini da montagna.
L’iniziativa è rimandata in caso di maltempo.